Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Serial Killer


Un estraneo al mio fianco di Ann Rule PDF Stampa E-mail

Longanesi, Il Cammeo, pp. 576

 

In questo libro si narra di una storia realmente accaduta, la vicenda di uno dei serial killer americani più noti:Theodore Robert Bundy. Ann Rule, giornalista, ex poliziotta, scrisse questo libro sei anni prima di venire a conoscenza di chi fosse il colpevole. Doveva essere, infatti, il resoconto di diversi omicidi irrisolti di ragazze; uno dei tanti libri scritti da una giornalista di cronaca nera. La Rule, invece, si trovò ad affrontare una tremenda verità : l'individuo al centro delle indagini della polizia, non era affatto un estraneo, ma un suo caro amico. Nonostante questo, è da ammirare il suo modo di scrivere che, pur sfiorando di continuo la sua vita privata, non è mai inciampato in giudizi di carattere personale. Ha saputo riportare tutti i fatti così come sono accaduti, parlando delle persone coinvolte dalla follia omicida di Bundy. Ha descritto la vita di Ted, i suoi rapporti con lui, ricordandolo come un caro amico, riuscendo a de-scrivere la sua incredulità , la sua fatica ad accettare che Bundy fosse quel Ted.

 
Paolo de Pasquali PDF Stampa E-mail

 
I serial Killer Italiani PDF Stampa E-mail

Vincenzo M.Mastronardi - Ruben De Luca

Il volto segreto degli assassini seriali:

Chi sono e cosa pensano?

Come e perché uccidono?

La riabilitazione è possibile?  

 

I serial killer sono sempre più presenti ormai nel nostro immaginario collettivo, come inquietanti “mostri” al centro di film e romanzi, che ne danno però spesso una rappresentazione distorta, incentrata sulla morbosità e la perversione. Questo libro intende mostrare al lettore il volto reale dei serial killer: chi sono, perché uccidono, cosa contraddistingue la loro “umanità”, quali sono le strategie per catturarli e i possibili trattamenti di riabilitazione. Per illustrare la loro psicologia nella prima parte è riportata una raccolta di brani di diari, lettere e interviste. La seconda parte del volume entra nello specifico delle efferatezze compiute dagli assassini seriali: dalle donne; in Italia; in ambito sanitario; adescando le vittime su internet; in gruppo, in guerra o in connessione con la mafia. Analizzando un campione di 2239 assassini identificati, provenienti da tutto il mondo, gli autori coniugano la trattazione teorica alla rivisitazione dei casi più eclatanti in 207 schede informative; propongono inoltre una inedita classificazione motivazionale dell’omicidio seriale e una nuova ipotesi di trattamento per i colpevoli.

 
Anatomia del serial killer 2000 (2001) PDF Stampa E-mail

Giuffrè Editore, Milano, pp.XXVI+727


Il manuale di Ruben De Luca è frutto di una ricerca durata molti anni e si basa su un campione di 1.520 assassini seriali individuati in tutto il mondo. Lo scopo del libro è quello di analizzare il comportamento omicidiario seriale sotto diverse angolazioni, integrando i punti di vista psicologico e psicoanalitico con quello sociologico e criminologico. Accanto, quindi, all’analisi dell’infanzia e dell’adolescenza degli assassini seriali, viene considerato il rapporto esistente fra il loro comportamento e il grado d’inserimento nel tessuto sociale (e, in particolare, nella società industrializzata occidentale).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2