Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Serial Killer
Storia del caso Charles Manson PDF Stampa E-mail

Vincent Bugliosi - Curt Gentry, Helter Skelter

Storia del caso Charles Manson Traduzione di A. Piccato 561 pag., Mondadori (Strade blu)  

“Tutto sommato, stupisce che quasi nessuno abbia sentito nulla. Ma era tardi, dopo la mezzanotte, e la casa al 10050 di Cielo Drive era piuttosto isolata. Ed essendo isolata, era anche vulnerabile.”  Lo strillo di copertina, “7 milioni di copie vendute negli Stati Uniti”, è di quelli da urlo, mentre la storia che si racconta è uno degli incubi che per l’America è ancora una ferita aperta. Lacerante. È la storia di Charles Manson, l’uomo che con la sua “famiglia” comunità hippy nel 1969 sconvolse il mondo intero con una delle stragi più efferate mai commesse. È la notte tra il 9 e il 10 agosto e in una villa di Bel Air, quartiere vip di Los Angeles, la moglie del regista Roman Polansky, Sharon Tate, viene brutalmente uccisa assieme ad alcuni amici. È l’inizio di una notte di follia che marchierà per sempre l’immaginario collettivo di più di una generazione.

Autore e regista della strage è Charles Manson. Ma chi è in realtà Charles Manson? In Helter Skelter Vincent Bugliosi e Curt Gentry ce lo raccontano oltre le sbarre di una vita diventata, per molti, un simbolo mediatico. Un Che Guevara dell’orrore, un Hunter Thompson dal grilletto impazzito, diventato suo malgrado un’icona di quei favolosi e terribili Sixties. Gli autori di Helter Skelter, la canzone dei Beatles che Manson e la sua setta avevano eletto a manifesto del proprio delirio emo-lisergico. Secondo Manson il brano dei Fab Four conteneva messaggi subliminali: l’annuncio cifrato dell’imminente giorno del giudizio e l’ arrivo di un’Apocalisse che avrebbe portato i neri a prendere il potere per sterminare tutti i bianchi d’America. Per questo Manson, per questo la sua “famiglia”, una comunità-setta formata da balordi annebbiati dagli acidi, ha creduto che il massacro di Bel Air fosse l’inizio di una controffensiva al “black power”.

Leggi tutto...
 
La sanguinosa storia dei serial killer PDF Stampa E-mail

di Andrea Accorsi e Massimo Centini

Newton & Compton editori  

 

Negli ultimi anni, il fenomeno dei “serial killer” è entrato prepotentemente nel nostro Paese, facendo sì che prendessimo coscienza di una realtà creduta dominio quasi unico degli Stati Uniti: terra di paradossi in cui accadono fatti, nel bene e nel male, considerati impossibili, o quantomeno lontani anni luce, dalla vecchia Europa. Invece non è così. Nel nostro paese i casi sono, e sono stati, numerosi, e non solo a partire dal XX secolo. Infatti le prime fonti che possediamo risalgono al XIX secolo, ma è certo che crimini del genere si sono verificati anche in un passato più lontano. In questo libro, gli autori, un giornalista con esperienza di “nera” e un antropologo attento agli aspetti più inquietanti del nostro tempo, ci offrono una dettagliata e ampia rassegna di casi che porta alla ribalta fatti spesso dimenticati, o sconosciuti alla maggioranza, come quello della “jena di San Giorgio”, o del “vampiro della Bergamasca”, o del “Landau del Tevere”, per giungere a personaggi che dalla cronaca sono entrati nell’immaginario di molti di noi. Basti ricordare Gino Girolimoni, o la “saponificatrice di Correggio” fino al famigerato “mostro di Firenze”.

Leggi tutto...
 
I serial Killer Italiani PDF Stampa E-mail

Gordiano Lupi

Cento anni di casi agghiaccianti, da Vincenzo Verzeni a Donato Bilancia  

Assassini seriali. Da Vincenzo Verzeni alla saponificatrice di Correggio, dal mostro di Firenze a Donato Bilancia e Michele Profeta, passando dai casi Succo, Stevanin e Chiatti. Con piglio giornalistico e quasi in presa diretta, l’autore passa in rassegna la lunga galleria di casi avvenuti a partire dalla fine dell’Ottocento sino ai giorni nostri. In un paese, l’Italia, che resta tra i più colpiti dal fenomeno. Il disordine mentale, il dolore, la passionalità assassina, il bieco interesse, ma anche gli errori della scienza, le manipolazioni mediatiche, le intrusioni politiche, le reazioni dei familiari, la ferocia scatenata della folla. La sfera d’azione dei serial killer si presenta estremamente complessa e non riducibile al solo assassinio efferato e alla vittima indifesa. Rientra in gioco, accanto alla terminologia scientifica corrente, il concetto più emotivo e popolare di «mostro». Una psicosi che influenza la cultura del quotidiano, la letteratura, le arti visive come il cinema e la fiction televisiva. Costrette a rincorrere, col fiato corto, una realtà che supera, da sempre, la più sbrigliata delle fantasie.

 
Diciassette omicidi per caso PDF Stampa E-mail

Di Ilaria Cavo

Storia vera di Donato Bilancia il serial killer dei treni

Il libro: Donato Bilancia è stato il più 'prolifico' serial killer della storia criminale italiana. Nonchè quello che vanta il maggior numero di omicidi commessi nel minor tempo: 17 persone in meno di 6 mesi, tra il 1997 e il 1998. La sua è stata certamente una delle vicende di cronaca nera che piu hanno tenuto il paese con il fiato sospeso, e tuttora è scolpita nella memoria collettiva come quella della dei 'delitti sul treno'. Ilaria Cavo è l'unica giornalista che ha incontrato Bilancia in carcere dopo la sua condanna a diciassette ergastoli e ne ha raccolto lunghe e importanti dichiarazioni, che potrebbero anche far riaprire il suo caso. Con la collaborazione del pubblico ministero Enrico Zucca, che aveva coordinato le indagini in seguito alle quali Bilancia era stato arrestato, la giornalista ricostruisce questa drammatica sequenza di assassinii intrecciando le parole del serial killer con quelle del magistrato, in una sorta di confronto a distanza alla ricerca di una verità che neppure il processo è riuscito ad accertare aldilà di ogni dubbio. Un libro agghiacciante, che scava in profondità in una storia terribile e mai raccontata. Di Ilaria Cavo, giornalista, dopo essersi occupata dei grandi casi criminali italiani per 'Porta a porta' di Bruno Vespa, oggi inviata speciale del Tg5 Collana: Strade Blu Saggistica Pagine: 204


 
12 donne un assassino PDF Stampa E-mail

 
Un estraneo al mio fianco di Ann Rule PDF Stampa E-mail

Longanesi, Il Cammeo, pp. 576

 

In questo libro si narra di una storia realmente accaduta, la vicenda di uno dei serial killer americani più noti:Theodore Robert Bundy. Ann Rule, giornalista, ex poliziotta, scrisse questo libro sei anni prima di venire a conoscenza di chi fosse il colpevole. Doveva essere, infatti, il resoconto di diversi omicidi irrisolti di ragazze; uno dei tanti libri scritti da una giornalista di cronaca nera. La Rule, invece, si trovò ad affrontare una tremenda verità : l'individuo al centro delle indagini della polizia, non era affatto un estraneo, ma un suo caro amico. Nonostante questo, è da ammirare il suo modo di scrivere che, pur sfiorando di continuo la sua vita privata, non è mai inciampato in giudizi di carattere personale. Ha saputo riportare tutti i fatti così come sono accaduti, parlando delle persone coinvolte dalla follia omicida di Bundy. Ha descritto la vita di Ted, i suoi rapporti con lui, ricordandolo come un caro amico, riuscendo a de-scrivere la sua incredulità , la sua fatica ad accettare che Bundy fosse quel Ted.

Leggi tutto...
 
Paolo de Pasquali PDF Stampa E-mail

 
I serial Killer Italiani PDF Stampa E-mail

Vincenzo M.Mastronardi - Ruben De Luca

Il volto segreto degli assassini seriali:

Chi sono e cosa pensano?

Come e perché uccidono?

La riabilitazione è possibile?  

 

I serial killer sono sempre più presenti ormai nel nostro immaginario collettivo, come inquietanti “mostri” al centro di film e romanzi, che ne danno però spesso una rappresentazione distorta, incentrata sulla morbosità e la perversione. Questo libro intende mostrare al lettore il volto reale dei serial killer: chi sono, perché uccidono, cosa contraddistingue la loro “umanità”, quali sono le strategie per catturarli e i possibili trattamenti di riabilitazione. Per illustrare la loro psicologia nella prima parte è riportata una raccolta di brani di diari, lettere e interviste. La seconda parte del volume entra nello specifico delle efferatezze compiute dagli assassini seriali: dalle donne; in Italia; in ambito sanitario; adescando le vittime su internet; in gruppo, in guerra o in connessione con la mafia. Analizzando un campione di 2239 assassini identificati, provenienti da tutto il mondo, gli autori coniugano la trattazione teorica alla rivisitazione dei casi più eclatanti in 207 schede informative; propongono inoltre una inedita classificazione motivazionale dell’omicidio seriale e una nuova ipotesi di trattamento per i colpevoli.

Leggi tutto...
 
Anatomia del serial killer 2000 (2001) PDF Stampa E-mail

Giuffrè Editore, Milano, pp.XXVI+727


Il manuale di Ruben De Luca è frutto di una ricerca durata molti anni e si basa su un campione di 1.520 assassini seriali individuati in tutto il mondo. Lo scopo del libro è quello di analizzare il comportamento omicidiario seriale sotto diverse angolazioni, integrando i punti di vista psicologico e psicoanalitico con quello sociologico e criminologico. Accanto, quindi, all’analisi dell’infanzia e dell’adolescenza degli assassini seriali, viene considerato il rapporto esistente fra il loro comportamento e il grado d’inserimento nel tessuto sociale (e, in particolare, nella società industrializzata occidentale).

Leggi tutto...