Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Cronaca


Coppie diaboliche PDF Stampa E-mail
di Gordiano Lupi e Sabina Marchesi

dal delitto di Marostica al giallo di Omegna.
34 casi di «crimine a due». 1902-2006
13,0x21,0 - 248 pp. – Euro 16,50

libri coppie_diabolicheCOPPIE DIABOLICHE di Lupi & Marchesi raccoglie numerose storie, lontane nel tempo e nello spazio, di coniugi, amanti, omosessuali, fratelli, padri e figlie dall'apparenza irreprensibile, ma capaci di gesti atroci, anche ripetuti ossessivamente nel tempo, fini a sestesi. Dal delitto di Maristica dei primi del Novecento ai mitici Bonnie e Clyde, per giungere al caso Bebawi, e infine, ai giorni nostri, a Marc Dutroux, il mostro di Marcinelle, a Erika De Nardo e Mauro (Omar) Favaro, senza dimenticare la coppia Mambro-Fioravanti, Christine e Lèa Papin... Un viaggio attraverso i crimini di coppia del secolo appena trascorso, manifestazioni di follia a due che si svuotano di ogni connotazione romantica per concretizzarsi in atti spaventosi e incontenibili, sfuggenti a ogni tentativo di comprensione e classificazione.

 
Il caso Montesi PDF Stampa E-mail

Grignetti Francesco - 

Sesso, potere e morte nell'Italia degli anni '50

libro montesiSi dice “caso Montesi” e gli italiani sanno subito di che cosa si parla: il giallo irrisolto di quella ragazza, Wilma Montesi, scomparsa da casa nel centro di Roma e ritrovata cadavere su una spiaggia del litorale tre giorni dopo.Ma il caso va molto al di là del mistero di una giovane affogata nell’aprile 1953.
C’entra la politica, che si impadronisce dell’episodio e lo utilizza come arma impropria in vista delle convulse elezioni di quell’anno. È un capitolo importante nella storia del giornalismo: dopo vent’anni di regime fascista, gli italiani scoprono la forza del quarto potere. Segna l’irrompere sulla scena pubblica di nuovi protagonisti, figure destinate a durare: un giudice ambizioso che mette in crisi un governo; una testimone incontrollabile che fa tremare i potenti; un astuto colonnello dei carabinieri che regola alcuni conti con i cugini poliziotti; un gesuita che intesse trame con mezza Dc.Eppure il caso Montesi è molto di più. È un fenomeno di costume, un vorticoso impazzare di pettegolezzi, un folle gioco di dietrologie, l’uso politico della giustizia, l’irrompere del morboso nei timorati anni Cinquanta.

 
Roma Criminale PDF Stampa E-mail

Cristiano Armati – Yari Selvetella

Dal rapimento di Aldo Moro all’assassinio di Pisolini

Newton & Compton Editori, pagg. 449


PARLARE DEL LATO OSCURO E MISTERIOSO DI ROMA, “CITTÀ FONDATA CON UN OMICIDIO E popolata con uno stupro di massa”, come scrive ironicamente il coautore Armati nel prologo “La legge di Romolo”, significa indagare il contesto sociale in cui il crimine viene perpetrato, e che, per certi versi, lo ha ispirato.
“Roma criminale” ripercorre la storia dei peggiori delitti che hanno macchiato di sangue la capitale. Anche quelli rimasti irrisolti.
Delitti pianificati o apparentemente inspiegabili, forme autoctone di malavita e sodalizi delinquenteschi radicati nei singoli quartieri: ogni fenomeno è oggetto di studio da parte degli autori.
A livello criminodinamico, se dalla Roma umbertina ci si sposta a quella dei giorni nostri, è facile notare sorprendenti analogie. Dietro la morte della Contessa Lara si affaccia l’omicidio – questo irrisolto – della moderna Filo della Torre.

 
Non aprite agli assassini PDF Stampa E-mail

 

Antonio Padellaro

 

200 pagine

Roma 1968. Mosso da un sentimento contraddittorio di odio e insieme di giustizia, Enrico De Grossi, un ex alto ufficiale del Sifar di De Lorenzo, silurato dopo una misteriosa missione a Budapest, avvia un’indagine privata sull’assassinio di una donna, Maria Martirano, strangolata a Roma dieci anni prima. Di quel delitto erano stati accusati il marito dell’uccisa, l’imprenditore Giovanni Fenaroli, e un giovane elettrotecnico milanese, Raoul Ghiani, ritenuti il mandante e il killer di un omicidio architettato per riscuotere il premio di un’assicurazione sulla vita. E, malgrado si fossero sempre dichiarati innocenti, i due furono condannati all’ergastolo a conclusione di un celebre processo che lacerò l’opinione pubblica.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 3