Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Terrorismo e criminalità organizzata


Gomorra PDF Stampa E-mail

crimineViaggio nell'impero economico e nel sogno di dominio della camorra  

Saviano Roberto

Mondatori

 
Napoli Criminale PDF Stampa E-mail

Bruno De Stefano
Newton Compton
Pagine 288
Prezzo14,90

napoliNapoli uguale criminalità. È un'equazione che infastidisce molti benpensanti ma che fotografa impietosamente una realtà innegabile e tristemente nota in ogni angolo del globo.

Come in una delle città più belle d'Italia e nel suo hinterland la cosa più facile sia morire ammazzati lo racconta Napoli criminale di Bruno De Stefano, un volume che ripercorre i più importanti casi di cronaca nera e giudiziaria degli ultimi cinquant'anni.

L'autore non racconta solo i delitti che hanno maggiormente impressionato l'opinione pubblica, ma anche quelli frettolosamente rimossi dalla memoria collettiva e sintomatici di una violenza feroce che non ha uguali in nessun'altra parte del mondo occidentale.

Napoli criminale propone un viaggio che attraversa mezzo secolo e lungo il quale ci si imbatte in tutti gli orrori di cui l'essere umano è capace: dal delitto d'onore alla pedofilia, dal ricatto sessuale alla follia omicida.

 
Camorra PDF Stampa E-mail

Dal crimine organizzato alla riorganizzazione dei crimini

Alfredo Grado

Ed. Universitarie Romane

Dalla NCO di Raffaele Cutolo al condizionamento imposto ai processi di sviluppo delle imprese meridionali, dalle donne di camorra al racket delle estorsioni visto dalla prospettiva vittimologica. E ancora: dalla carriera criminale al crollo del vincolo omertoso, dalla faida di Scampia alle modalità linguistico-comportamentali poste in essere dall’affiliato in sede dibattimentale.
È possibile capire le motivazioni e le caratteristiche comportamentali della organizzazione criminale partenopea? Possiamo penetrare la logica delle sue azioni, lo stile e i rituali dei suoi delitti? Partendo da questi interrogativi, l’autore traccia un bilancio delle conoscenze disponibili sulla camorra, rilevando la necessità di proporre una riflessione innovativa e adeguata alla sua complessità. Attraverso tale rivisitazione la camorra da fenomeno criminale si trasforma in fenomeno psicologico, la cui struttura di personalità non rappresenterebbe altro che una trasformazione tragica, violenta, estrema e negativa dei valori e dei modi d’essere dei napoletani.

Alfredo Grado (Napoli, 1968) criminologo, è autore di diverse pubblicazioni scientifiche sui temi della sociologia giuridica e della devianza. Docente di criminologia (Ministero della Giustizia), impegnato nello studio dei raggruppamenti criminali, si è occupato dei reclutamenti adolescenziali in sette sataniche e movimenti distruttivi. È membro della Società Italiana di Criminologia.

 
Il sequestro di persona PDF Stampa E-mail

Simbologia della mutilazione in Sardegna

Susanna Loriga

110 pagine con illustrazioni
In libreria da ottobre
ISBN 88-7730-197-X

L’autrice propone una ricerca, unica nel suo genere, sulla mutilazione auricolare nei sequestri di persona, attraverso la viva esperienza di chi ha vissuto il dramma della prigionia. La mutilazione, studiata come linguaggio simbolico e criptato, affonda le sue origini nel codice barbaricino e trova dei punti di contatto, nel modus operandi, con la segnatura, eseguita ancora oggi in Sardegna, sugli animali. Il coltello utilizzato, “sa pattadesa”, status simbol del “balente” (l’uomo coraggioso) si riveste di un gran significato simbolico.
Le interviste alle vittime dei sequestri, sono ricche di particolari minuziosi sulle lunghe giornate trascorse con i sequestratori, suscitando nel lettore peculiari emozioni e inediti particolari con validi spunti sociali e antropologici, ricchi di particolari investigativi.
Contenuto:
Breve storia del sequestro.
La mutilazione nei sequestri di persona.
Interviste ad alcune vittime di sequestri in Sardegna. Significato della “Balentia”.
Il coltello sardo (“sa pattadese”).
La marchiatura.
Fotografie del coltello sardo ed i vari segni padronali sul bestiame

 
Il terrore in casa nostra PDF Stampa E-mail

RUBEN DE LUCA

FrancoAngeli, Milano, pp.224

terrore-in-casa-nostraIl libro di Ruben De Luca propone un’analisi complessiva delle caratteristiche del terrorismo globale, con un occhio di riguardo all’estremismo islamico, ma non solo, trascurando volutamente l’aspetto cronachistico per concentrarsi sulla struttura delle principali organizzazioni terroristiche contemporanee e sugli aspetti psico-sociologici degli uomini (e delle donne) che decidono di farne parte. Una parte del volume è dedicata alla trattazione dei concetti fondamentali dell’Islam e della sua religione, all’analisi del fanatismo e delle sue componenti psicologiche, alla descrizione delle dinamiche psichiche del kamikaze del XXI secolo, tutti argomenti essenziali per entrare nella galassia del terrorismo islamico e cercare di comprenderne le sue dinamiche. Due capitoli molto attuali sono dedicati all’utilizzo della rete Internet come strumento di propaganda dei terroristi e all’analisi delle potenzialità future di attacchi sulla popolazione civile con armi non convenzionali (cioè chimiche, batteriologiche e nucleari). Il capitolo conclusivo è dedicato alle strategie di contrasto che possono essere messe in atto per offrire una risposta valida nella lotta contro il terrorismo.
Si tratta di un volume indispensabile per comprendere come la globalizzazione abbia ormai trasformato anche il terrorismo e a quali pericoli andiamo incontro nel prossimo futuro.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 2 di 2