Il contenuto di questa pagina richiede una nuova versione di Adobe Flash Player.

Scarica Adobe Flash Player

Cronaca


Un mostro chiamato Girolimoni PDF Stampa E-mail

mostrochiamatoA dicembre in libreria il libro di fabio sanvitale e armando palmegiani. Un'indagine su un very cold case: il caso Girolimoni. 7 bambine aggredite, violentate e uccise nella roma del fascismo. Un innocente perseguitato. Il probabile colpevole che sfugge alla giustizia. Una storia vera. Un libro di giornalismo investigativo che celebra come un racconto la roma di una volta, riapre il caso, ne individua contraddizioni e dubbi e contiene il profiling del vero responsabile dei delitti di roma.

 
La Banda della Uno bianca PDF Stampa E-mail

Un saggio sulla spietata banda che terrorizzò Bologna e dintorni
di Camilla Corsellini (Bevivino Editore) — Pag. 128 — Euro 10,00


unoSette anni. Per sette anni una Fiat Uno Bianca attraversa l'Emilia Romagna diventando la firma di una banda di killer che assaltano caselli autostradali, banche, uffici postali e supermercati, che uccidono e feriscono carabinieri, impiegati di banca, immigrati, nomadi e semplici cittadini. E poi scompaiono, come sono arrivati. Nessuna traccia. Nessun indizio. Sette anni di sangue, segreti, inseguimenti. Ventiquattro morti. Centodue feriti. Questa è la storia di tre fratelli a cui il padre ha insegnato a sparare nei campi, la storia di tre poliziotti che diventano banditi, di una macchina che significa terrore, di cinque Procure che non seppero o vollero fermarli, di una sensibilità malata che, quando si sente offesa, uccide.

 
Sangue blu PDF Stampa E-mail

Antonio Rossitto
Mondadori - Collana Oscar Varia
Pagine 210
Prezzo 8,40 euro
Genere: true crime


bluFirenze, 1997: il conte Alvise Nicolis De Robilant viene ritrovato nel suo appartamento con il cranio sfracellato. Roma, 1991: Alberica Filo della Torre muore strangolata nella sua villa all’Olgiata. Portofino, 2001: Francesca Vacca Agusta si allontana per una nuotata e scompare. Incidente, suicidio o omicidio? Milano, 1993: l’imprenditore Raul Gardini muore suicida (forse). Roma, 1990: il costruttore Giorgio Recchi uccide l’ex moglie. Milano, 2002: Ruggero Jucker uccide e sevizia la fidanzata.

 
Con il sangue agli occhi PDF Stampa E-mail

Un boss della banda della Magliana si racconta
Antonio Mancini, Federica Sciarelli
Rizzoli
Euro 14,00

Roma 1977. Mentre la polizia è alle prese con le Brigate Rosse, un potente clan criminale allunga le mani sulla città, monopolizza lo spaccio di droga e semina terrore a suon di piombo. È la banda della Magliana, un gruppo di affiliati che si spartiscono 600 miliardi di lire l'anno, in buoni affari con mafia, camorra e 'ndrangheta, ma anche con gli ambienti della politica e dell'estrema destra. Dopo dieci anni di sangue quasi tutti i componenti della banda sono morti ammazzati, da rivali o ex amici.

 
Lo smemorato i Collegno PDF Stampa E-mail

Storia italiana di un'identità contesa
Di Lisa Roscioni
Ed. Einaudi Euro 26,50

collegnoA rendere clamoroso il caso dello smemorato di Collegno contribuirono sia la stampa sia l'opinione pubblica. Una vicenda privata si trasformò rapidamente in un fenomeno collettivo che vide coinvolte aree sempre più ampie della società, della politica e delle istituzioni. La storia fu subito costruita in funzione di miti e modelli culturali profondamente radicati nell'immaginario popolare: dal 'topos' degli sposi perduti e ritrovati a quello dell'impostura e dello scambio di persona. I precedenti storici e letterari furono evocati con precisione: dall'Ulisse di Omero a Martin Guerre, al colonnello Chabert di Balzac. Il caso ispirò romanzieri, poeti e drammaturghi, tra cui Pirandello e un inedito Eduardo De Filippo. Ai richiami letterari si saldarono questioni allora di scottante attualità, come il dramma dei dispersi della Grande Guerra. Che cosa definiva l'identità di un individuo? Poteva essere dimostrata attraverso prove scientifiche? Era invariabile nel tempo oppure poteva essere costruita ad arte o scambiata? La tensione che scaturiva da queste domande rifletteva i conflitti e le ansie dell'epoca. Ma la vicenda si rivela ancora oggi un campo d'indagine straordinariamente utile per comprendere le suggestioni - sociali, cronachistiche e letterarie - che contribuivano a formare l'opinione pubblica nell'Italia del fascismo al potere. Ma anche un punto d'osservazione sui confini che dividevano la sfera pubblica dalla vita privata nei primi anni di un regime impegnato a ridefinire l'identità nazionale degli italiani.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 3